Con Provvedimento Ordinamentale n° 31, il 28 Febbraio 2014 il Presidente firma l’atto costitutivo dell’Istituto dei Polimeri, Compositi e Biomateriali (IPCB) che nasce dalla fusione dell’Istituto di Chimica e Tecnologia dei Polimeri e dell’Istituto dei Materiali Compositi e Biomedici. L’atto costitutivo prevede che il nuovo Istituto afferisca al Dipartimento di Scienze Chimiche e Tecnologie dei Materiali (DSCTM) e che abbia sede a Pozzuoli.

Direttore f.f. è il Dr. Luigi Ambrosio, Dirigente di ricerca CNR.

Le linee di attività dell'Istituto rappresentano la confluenza delle competenze degli istituti di provenienza, con una visione proiettata sugli sviluppi della ricerca a livello nazionale ed internazionale. La missione dell'IPCB è sviluppare ricerca ed innovazione nel settore dei Materiali Polimerici, dei Compositi e Biomateriali al fine di rendere applicabili le innovazioni proposte e successivamente industrializzabili presso aziende, distretti, enti ospedalieri, etc..

Le attività di ricerca sviluppate con un approccio basato sulla sostenibilità, riguardano principalmente lo sviluppo di materiali innovativi, identificare soluzioni personalizzate in nanomedicina e salute, applicazioni della chimica e della scienza dei materiali all’ambiente ed ai beni culturali. Esse confluiscono nelle seguenti aree strategiche del DSCTM: (i) Chimica e materiali per la salute e le scienze della vita, (ii) Energie Rinnovabili, (iii) Chimica e tecnologie dei materiali e (iv) Chimica Verde.

Le attività sono frutto del patrimonio di conoscenze dei ricercatori, maturate in quasi 50 anni di attività con collaborazioni nazionali ed internazionali, con finanziamenti pubblici, privati e con la partecipazione a progetti europei, molte volte con compiti di coordinamento.

Le principali linee di ricerca/competenze riguardano:

1. Materiali polimerici, compositi e nanostrutture con proprietà strutturali e funzionali programmate;

2. Materiali polimerici multifasici per l’ingegneria dei tessuti e la medicina rigenerativa/terapeutica;

3. Tecnologie di trasformazione di polimeri di sintesi e di origine naturale, compositi e nanostrutture. Tecnologie additive;

4. Sintesi e modifiche funzionali di polimeri;

5. Caratterizzazione strutturale di macromolecole di origine naturale e sviluppo di metodologie innovative per lo studio di materiali avanzati;

6. Disseminazione delle conoscenze e trasferimento tecnologico.